link Ai mondiali c’è la Polonia, con un po’ d’Italia

 

polska
Foto: sport.pl 

Ai mondiali c’è la Polonia,

con un po’ d’Italia

Di Luca Palmarini
Tempo di mondiali. Come sappiamo gli azzurri sono rimasti a casa, gli italiani guarderanno il mondiale passivamente, magari tifando per qualche squadra outsider, oppure gufando contro qualche grande a loro un po’ antipatica.
L’Italia, che per la prima volta da sessant’anni non partecipa al mondiale, è comunque ben rappresentata dalla sua serie A. In Russia sono 58 i giocatori che militano nella massima serie italiana, il che significa che il nostro campionato, nonostante la mancanza di vittorie nelle coppe europee negli ultimi anni, a livello di qualità ha ancora qualcosa da dire.
Se c’è una squadra che in un certo qual modo può richiamare la nostra Italia al mondiale, questa è proprio la Polonia, che torna a disputarne la fase finale dopo 12 anni. Tra i 23 convocati dal Commissario Tecnico Adam Nawałka per l’avventura in Russia si leggono 7 cognomi che hanno un destino comune: Szczęsny, Cionek, Linetty, Bereszyński, Kownacki, Milik e Zieliński. Questi nazionali polacchi, inftti, oltre ad avere cognomi impronunciabili che, in un trionfo di lettere Z e K, faranno impazzire molti telecronisti in tutto il mondo (tra i rimanenti basti pensare a Błaszczykowski) ,giocano tutti in squadre di club italiane. La nazione con più “italiani” è dunque proprio la Polonia. Ben il 12% dei calciatori che militano in serie A vestirà i colori biancorossi del paese con capitale Varsavia.
Vediamo ora chi sono.
L’estremo difensore della Polonia sarà Wojciech Szczęsny, varsaviano, che al suo arrivo a Roma fece impazzire gli abitanti della capitale con i numerosi tentativi di pronuncia del suo cognome. Oggi Szczęsny gioca a Torino con la Juventus e sembra essere l’erede designato di Buffon, anche se l’ultimo campionato lo ha ancora passato in panchina. Davanti a lui, in difesa, ci sarà Thiago Cionek, nato in Brasile, terra dove in passato emigravano molti polacchi. Thiago è stato naturalizzato polacco e si è conquistato il ruolo di titolare. In Italia quest’anno ha giocato nelle fila della Spal, dove ha disputato un’ottima seconda parte di campionato. La squadra di Ferrara ha ottenuto la salvezza e, grazie all’ottimo rendimento, Cionek potrebbe essere schierato titolare accanto a Kamil Glik che per alcuni anni ha giocato nel Torino. Restando in difesa, il sampdoriano Bartosz Bereszyński, nato a Poznań, si giocherà un posto da titolare con Piszczek. Sempre nella Sampdoria giocano altri due polacchi: il centrocampista Karol Linetty, nato a Żnin, che in Polonia giocava nel Lech Poznań e il ventunenne Dawid Kownacki, di Gorzów Wielkopolski, attaccante sempre proveniente  dal Lech Poznań, che quest’anno nella Sampdoria ha segnato otto gol, cinque in campionato e tre in coppa Italia, nonostante le poche presenze da titolare.
Napoli_zielinski_x11
Dopo la Samp segue il Napoli, con due giocatori di grande spessore su cui tutta la nazione polacca ripone buone parte delle speranze calcistiche: Arkadiusz Milik, di Tychy, e Piotr Zieliński, nato a Ząbkowice Śląskie. Il primo, attaccante, ha grande desiderio di ribalta dopo un periodo difficile segnato da due infortuni al ginocchio. Il secondo, centrocampista, vuole confermare il buon lavoro portato avanti finora.
Abbiamo,dunque, un motivo in più per tifare per la simpatica Polonia, in quanto porta con sé un po’ di Italia.
Forza biancorossi! Polskaaaa biało-czerwoniiiii !

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...